DIARIO DI VIAGGIO: Londra, ancora e sempre

Buongiorno mondo,

Ti scrivo da Costa café a Londra. Musica rilassata di Nina Simone e folla ordinata in fila alla cassa. Eh sì, finalmente provo l’ebrezza della blogger che scrive da un locale affollato con il mio cappuccino ustionante sul tavolo. Considerando che qui la colazione si fa con uova e pancetta, la mia scelta di cappuccino alla cannella e pain au chocolate può sembrare un po’ hipster.

E’ il mio milionesimo soggiorno in quella che reputo una delle più belle città del mondo. Londra per me è come New York, ogni volta che la visito trovo sempre spunti nuovi e interessanti. La città non è mai banale e ogni volta è sempre più bella della precedente. La scelta di non portare la reflex con me non mi ha impedito di visitare posti nuovi e documentarli con il mio smartphone. Lontano dai soliti itinerari turistici ho potuto spaziare tra parchi e palazzi sconosciuti passando dalle vie famose per lo shopping e visitando anche quartieri non proprio “British”. Ora posso dire che sono soddisfatta dei miei 100 scatti realizzati come un vero e proprio street photographer.

Oggi la giornata si preannuncia bellissima. Subito dopo la colazione dedicherò la mattinata allo shopping sfrenato. Pranzo prenotato in una nota pizzeria di Portobello. Non vedo l’ora di assaggiare la pizza di Pizza East. Come avrete notato, pranzi e cene sono fondamentali per i miei soggiorni, ovunque essi siano. Anche questa volta ho assaggiato di tutto e mangiato eccessivamente, ma non vi dico nulla di nuovo. Domenica ho mangiato il Sunday Roast può buono della storia e ieri il best hamburger della città. E cosa dire dello spettacolare pranzo turco di sabato. Insomma tutto ad altissimi livelli. Le foto fatte nei vari locali hanno una resa piuttosto urban, ma rendono bene l’idea della bontà. Per vedere le foto ti consiglio di fare un giro su fotoincucina.com

Ancora una volta mi sono stupita di aver visto cose mai viste nelle mie precedenti visite. Ho saltato per una volta Covent Garden per vedere Alexandra Palace. Non sapevo nemmeno della sua esistenza, ma la mia fidata guida londinese, mi ha aperto la mente un’altra volta. Il suo parco immenso, il palazzo in stile art decò, agli orti urbani e il bellissimo skyline di una Londra reso ancora più spettacolare da uno splendido tramonto. Tutto questo ha reso la giornata di sabato davvero sorprendente.

Ieri ho approfittato della splendida giornata per tornare a Camden Town e passare da Prime Rose Hill e camminando a zonzo, mi sono ritrovata su un set cinematografico della Warner Bros. Ogni volta mi dimentico quanto sia facile ritrovarsi nelle vicinanze delle produzioni cinematografiche. Soprattutto a Prime a Rose Hill. La mia attenzione non si focalizza mai sul cosa stanno girando, ma sul come. Attrezzature, i pannelli, stativi, luci: il mio mondo.

Sarà la vicinanza della mia amata Camden Town dove la sensazione che Amy Winehouse sia sempre qui o la sua collina, di certo è che qui mi sento sempre a casa.

Se ti dovesse capitare di venire a Londra, scrivimi, ho molti posti splendidi da indicarti per rendere il tuo soggiorno perfetto.

Ora se ti è piaciuto questo articolo, condividilo sui tuoi social, a te non costa niente, a me serve per capire se il mio lavoro è servito.

See you next time.